Via Montebello 50/52/58
icona Google Maps Ancona

Tel 071 205665
071 205074
071 2071272
Fax 071 206311
Mail lcarin@tin.it
info@studiocarinilissandrin.it

Studio Carini e Lissandrin Studio Carini e Lissandrin Studio Carini e Lissandrin Studio Carini e Lissandrin

News ed Eventi

I mercati festeggiano le parole di Draghi.

Chiusura in forte rialzo per le Borse europee dopo la conferenza stampa del Presidente della BCE Mario Draghi che ha affermato che, visto il ribasso delle stime su inflazione e Pil, il piano di Quantitative easing potrebbe essere esteso oltre la scadenza prevista nel settembre 2016 e essere aumentato in quantità. Il Quantitative Easing (QE) è un’operazione, finalizzata alla ripresa economica, che rientra nel complesso delle politiche monetarie adottate da una banca centrale. Il Quantitative easing della BCE, partito lunedì 9 marzo, è uno strumento con il quale la Bce sta puntando a rilanciare l’economia nell’Eurozona. Si tratta in sostanza di un massiccio programma di acquisto di titoli di Stato, obbligazioni di istituzioni europee, titoli cartolarizzati (Abs) e obbligazioni garantite (covered bond), ad un ritmo di 60 miliardi di euro al mese almeno fino alla fine di settembre 2016 per far risalire l’inflazione nell’Eurozona vicino all’obiettivo del 2% e rilanciare la crescita. Mario Draghi, alla riunione del Consiglio direttivo della BCE sotto la sua presidenza, ha affermato che la Bce non solo è pronta a estendere il programma di Qe (Quantitative Easing) oltre la scadenza prevista nel settembre 2016 ma aumenta anche la quota di titoli acquistabili in una singola emissione. Le Borse hanno accelerato il passo dopo le prime parole di Draghi, e l’euro ha perso terreno.
concept by

© 2011 . Studio Associato Legale e Commerciale Carini e Lissandrin - P.IVA 00937120426